Consigli sui traslochi - Traslochi Napoli

traslochi-rapidi.jpg

Home » Consigli


Traslocare è sempre un’operazione impegnativa, tuttavia è possibile farlo senza stress e anche in modo rapido. Inoltre, si può traslocare senza investire troppo denaro e contenere le spese per le varie fasi da affrontare. Ecco come organizzarsi per fare traslochi rapidi e poco costosi.

Fattori da considerare per traslocare

Per lavoro, per studio, o magari perché serve una casa più grande, il trasloco è inevitabile in certe situazioni e capita di dover affrontare alcuni giorni di stress per portare tutto ciò serve nella nuova destinazione. La cosa importante da fare, qualunque sia la destinazione da raggiungere, è organizzarsi al meglio, condizione indispensabile per svolgere tutto bene e in fretta.

Individuare cosa portare nella nuova casa

Per prima cosa bisogna prendere in esame le cose che necessitano nella nuova casa. Fare un inventario di tutto quello che dovete portare con voi e gettate quello che non serve. Se si tratta di roba che potete donare o regalare fatelo e liberatevene. Non ha senso portare oggetti o altro che poi non dovete utilizzare, conviene disfarsene.


Imballare gli oggetti nelle scatole

Gli oggetti che sono dentro e sopra i mobili, se servono tutti, vanno imballati e messi nelle scatole, così da occupare meno spazio e rendere le operazioni di trasloco più semplici. All’esterno delle scatole scrivere il contenuto con un pennarello, in maniera visibile e chiara, così da trovare subito gli oggetti imballati una volta giunti a destinazione.

Sistemare documenti e contratti

Per evitare di non ritrovare più i documenti importanti ma anche bollette e fatture è consigliabile mettere tutto nelle carpette e scrivere sopra il contenuto. Catalogare la documentazione per poter trovare tutto facilmente anche dopo diversi giorni. Inoltre, iniziare a contattare qualche mese prima della data del trasloco i fornitori delle utenze per la disdetta.

Dare anche il nuovo indirizzo per recapitare le fatture con i conguagli e contemporaneamente chiedere l’allaccio delle utenze per la nuova casa se sono staccate. O altrimenti, se vi abita ancora qualcuno fino a quando non la occupate potete fare la voltura delle utenze.

Contattate una ditta e chiedete un preventivo

Se avete le idee chiare potete fare un trasloco a costi contenuti e in tempi rapidi. Una volta individuato come gestire il trasloco potete contattare una ditta specializzata e chiedere un preventivo per trasportare solo i mobili e gli oggetti pesanti come elettrodomestici, oppure oggetti speciali come pianoforti o strumenti sportivi di grandi dimensioni.

Le ditte migliori dispongono anche di personale competente e qualificato in grado di smontare e rimontare velocemente mobili e suppellettili. Grazie al preventivo potete avere chiara l’idea sui costi del trasloco, che a conti fatti conviene perché la ditta dispone di tutti i mezzi necessari per caricare tutto e portarlo nella nuova casa.

Le fasi vengono curate nei minimi dettagli e i professionisti realizzano imballaggi specifici che proteggono i beni al cento per cento. I costi in genere sono abbastanza contenuti e conviene chiedere l’intervento di ditte esperte che sono autorizzate e assicurate.

Affidarsi ad una ditta di traslochi professionale permette di svolgere le operazioni velocemente e nella più assoluta sicurezza!

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



piccolo-trasloco.jpg

Home » Consigli


Ogni trasloco ha le sue caratteristiche ed esigenze e non sempre richiede il trasporto di mobili e oggetti ingombranti. Se devi traslocare e devi portare con te solo poche cose hai bisogno di un servizio che ti consenta di trasferire quello che ti serve rapidamente e senza affrontare costi esagerati.

In questo caso è consigliabile affidarsi ad un servizio di spedizione online, che faccia arrivare i tuoi pacchi a destinazione in poco tempo. Ecco tutti i consigli per fare un piccolo trasloco.

Affidarsi ad un servizio di spedizione online

Anche se si tratta di un piccolo trasloco è inevitabile che ci siano disagi e proprio per questo bisogna diminuire al massimo lo stress. Affidare ad un servizio di spedizione online il trasferimento dei pacchi è la soluzione migliore per evitare affaticamenti e nervosismo.

Dovrai solo impacchettare quello che ti servirà nella nuova casa e verrà il personale del servizio di spedizione a ritirare i pacchi direttamente al tuo domicilio, per farli giungere nella nuova destinazione nel minor tempo possibile.

Come preparare i pacchi da spedire

Innanzi tutti fai una selezione degli oggetti che ti servono e che devi portare con te. Fai attenzione a scegliere oggetti che possono essere spediti con un pacco, dai libri ai soprammobili ai lampadari, oggetti di uso quotidiano che dovrai imballare con cura.

Soprattutto nel caso di oggetti fragili come bicchieri e piatti devi avvolgerli nel pluriball, materiale da imballaggio consigliato per evitare che possano rompersi durante il trasporto. Chiudi con cura ogni pacco e passa attorno ad ognuno il nastro adesivo adatto per imballaggio.


Spedizioni ovunque, anche all’estero

La scelta di spedire i pacchi quando si tratta di un piccolo trasloco è un vantaggio perché permette di trasferire ovunque i tuoi oggetti, anche all’estero. Il servizio di spedizione online infatti permette di raggiungere qualsiasi destinazione, non solo italiana, ma anche europea, e di avere quindi tutto quello che desideri portare con te direttamente nella nuova casa.

E’ sufficiente prenotare online, inserire le dimensioni del pacco, gli indirizzi dei luoghi di ritiro e consegna d è fatta. Anche effettuare il pagamento è abbastanza semplice e il servizio accetta sia carte di credito che PayPal.

Un’ultima cosa da fare è stampare l’etichetta di spedizione ricevuta tramite email e incollarla sul pacco. A ritirarlo ci penserà il corriere espresso che passerà nel giorno e nell’ora concordati.

Ulteriori consigli su come fare un piccolo trasloco

La soluzione dei pacchi da spedire è indubbiamente la più comoda e la meno stressante per fare un piccolo trasloco. Per fare in modo che tutto vada per il meglio e che sfrutti al massimo i vantaggi di queste spedizioni devi prestare molta attenzione all’imballaggio del pacco.

E’ consigliabile scegliere scatole integre e senza etichette, e la chiusura finale deve essere fatta con l’apposito nastro da imballaggio.

Il pacco, inoltre, non deve avere sporgenze, quindi evita di introdurre troppi oggetti, altrimenti non verrà ritirato. Seguendo tutte queste precauzioni puoi ricorrere senza alcun problema ad un servizio di spedizione online per fare piccoli traslochi in modo rapido e sicuro!

Affidarsi ad una ditta di traslochi professionale permette di svolgere le operazioni velocemente e nella più assoluta sicurezza!

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



Traslochi-di-attività-commerciali.jpg

Home » Consigli


Il trasloco prevede sempre una pianificazione per gestire al meglio le varie fasi che comprendono imballaggio, smontaggio e montaggio di mobili e suppellettili in una nuova casa.

Ma come gestire invece il trasloco di un’attività commerciale?

Come fare per trasportare merci, scaffali e bancone? Da dove iniziare per facilitare le operazioni e rendere il trasloco più semplice?

Ecco i consigli per eseguire traslochi di attività commerciali senza danni e in poco tempo.

Programmare le varie fasi

La programmazione delle varie fasi nel trasloco di un negozio è fondamentale per selezionare la merce, smontare gli scaffali al momento giusto e avere una visione chiara dello spazio dove andarli a ricollocare.

Dunque, mentre si procede alla selezione della merce per categoria e la si imballa negli scatoloni, bisogna pensare a prendere le misure del nuovo locale per posizionare i mobili.

In questo caso parliamo di scaffalare, che in genere sono gli arredi principali in un negozio, e ovviamente del bancone, che rappresenta l’elemento più importante per un’attività.


Prima di tutto iniziare dal bancone

In un negozio la priorità durante un trasloco deve essere data al bancone, sia perché è il mobile più ingombrante sia per preservarlo da eventuali danni mentre si procede nello svolgimento delle varie attività.

Quindi, procedere per prima cosa allo smontaggio e all’imballaggio del bancone del negozio, avendo cura di maneggiarlo con cautela per non arrecare graffi o urti e per trasportarlo integro.

Il bancone è infatti l’elemento più importante di tutti gli arredi che compongono un’attività commerciale ed è quello che rimane a vista alla clientela, quindi bisogna fare attenzione a non rovinarlo.

E’ tramite esso che avvengono i contatti fra venditore e cliente e può essere realizzato con materiali delicati, da preservare, ma può anche essere di grandi dimensioni, a seconda dell’attività.

Qualunque sia la tipologia di bancone è dunque indispensabile che venga maneggiato con cura e che giunga perfettamente integro nella nuova destinazione. Un consiglio per prevenire eventuali rischi causati da danni durante il trasporto è quello di stipulare una polizza assicurativa che tutela i beni.

Non trascurare la fase di assemblaggio

Anche se avete affidato ad una ditta le attività di trasloco per l’attività commerciale è consigliabile essere presenti nelle fasi di smontaggio e imballaggio sia della merce che degli arredi.

Anche nel caso del bancone è importante presiedere alla fase di assemblaggio, per scongiurare eventuali inconvenienti che possono accadere.

Ovviamente se vi siete rivolti ad una ditta professionale di traslochi non c’è motivo di temere danni, ma è invece importante essere presenti nel momento della collocazione del bancone nel nuovo locale.

Avendo avuto esperienza nell’attività commerciale è infatti possibile disporre il bancone a piacimento, facendo leva sulla creatività e sulla funzionalità di esso.

In un nuovo locale si può dare spazio alla fantasia e organizzare gli arredi dando vita a nuove composizioni, più originali e in grado di aumentare la sinergia fra venditore e cliente.

Affidarsi ad una ditta di traslochi professionale permette di svolgere le operazioni velocemente e nella più assoluta sicurezza!

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



organizzare-trasloco.jpg

Home » Consigli


Organizzare Trasloco vi sembra un’attività complessa e molto faticosa? Tutto dipende da come vi organizzate e come affrontate le varie fasi del trasloco. Se vi sembra difficile, ecco alcuni consigli utili su come traslocare senza stress!

Fare una lista per organizzare trasloco senza stress

La prima cosa da fare per organizzare un trasloco senza entrare nel panico è fare una lista di tutti i preparativi a cui dovete far fronte. Ad esempio, ecco tutto ciò che dovete fare almeno un mese prima della data del trasloco che avete concordato con una ditta di traslochi professionale per trasportare mobili, suppellettili e tutte le cose più ingombranti.

  • Contattate i gestori delle utenze per comunicare la disdetta e magari fornite il nuovo recapito per consegnarvi i residui delle bollette.
  • “Puoi approfittare del trasloco per cambiare fornitore luce e gas, scegliendo il più conveniente fra le svariate offerte presenti sul mercato libero
  • Se i vostri figli devono cambiare scuola provvedete a fare l’iscrizione al nuovo istituto per non avere sorprese.
  • Provvedete al riordino dei documenti e conservateli in appositi contenitori. Mettete tutto in ordine e catalogate il più possibile per ritrovare tutto alla perfezione.

Cosa fare due settimane prima della data del trasloco

A distanza di due settimane dal trasloco cominciate a svolgere tutte quelle operazioni che vi consentiranno di arrivare al giorno stabilito senza stress. Ecco cosa fare:

  • Iniziate a mettere nelle scatole gli oggetti che on vi servono, avendo cura di conservarli per tipologia oppure per stanza.
  • Scegliere scatole non ingombranti, che potete caricare facilmente e non riempitele troppo, così da agevolare il trasporto.
  • Apponete all’esterno delle scatole delle etichette e scrivete sopra con un pennarello ben visibile il contenuto.
  • Per facilitarvi il compito di posare gli oggetti una volta giunti a destinazione metteteli per ambiente e scrivete all’esterno in quale stanza vanno ricollocati. Così poggerete la scatola proprio nella stanza dove vanno sistemati.
  • Gli oggetti fragili avvolgeteli con materiali da imballaggio come il tetrapak e fra loro mette anche della carta da imballaggio oppure dei pezzi di stoffa arrotolati per evitare che gli urti possano romperli o danneggiarli.
  • I vestiti potete metterli nelle buste di nylon e trasportarli appesi oppure potete piegarli per occupare meno spazio.


Operazioni da svolgere qualche giorno prima del trasloco

Dopo aver un permesso nelle scatole tutto quanto non vi serve nell’immediato e di cui potete fare a meno ci sono delle cose che dovete fare qualche giorno prima del trasloco. Ecco quali sono:

  • Staccate frigorifero e l freezer e organizzatevi per qualche giorno con panini e qualche snack veloce.
  • Fate una profonda pulizia dell’appartamento, specialmente se siete in affitto lo lascerete pulito al proprietario
  • Prendete i numeri dei contatori, così da comunicarli all’erogatore del servizio e pagare solo quanto consumato
  • Mettere le scatole pronte per permettere al personale della ditta di traslochi di poterle caricare facilmente
  • Comunicate ad amici e parenti il cambio di indirizzo e di casella postale.

Il giorno del trasloco non vi resta che aprire la porta alla ditta che avete scelto che provvederà a smontare i mobili e a caricarli per trasportarli nella nuova destinazione. Come vedete, traslocare senza stress è possibile ed è anche semplice, basta organizzarsi per bene!

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



ditta-traslochi.jpg

Home » Consigli


Devi traslocare ma hai paura che i costi siano elevati e non sai cosa fare? Niente paura, ecco come risparmiare sui costi facendo la scelta giusta. Il trasloco è sempre un’attività molto impegnativa e comporta anche abbastanza elevata, ma se ti affidi ad una ditta specializzata ci vorrà meno tempo e quindi anche i costi saranno inferiori. Vediamo come fare.

La scelta della ditta di traslochi

La prima cosa che devi fare per abbattere i costi sul trasloco è chiedere più preventivi alle ditte che si occupano di questa attività. Un preventivo affidabile prevede un sopralluogo, soprattutto se si tratta di un grosso volume di beni da trasportare. Il tecnico illustra tutte le fasi previste nel trasloco, individua il numero di operatori da impiegare e dà anche qualche suggerimento per eliminare le spese superflue.

Sulla base dei vari preventivi inviati da ogni ditta contattata potrai fare i confronti, che saranno reali visto che il volume di merci indicato è uguale nei vari preventivi. Valuta cosa offrono e cosa è compreso nel preventivo, considerando che devi puntare su un prezzo finale che comprende tutto per evitare soprese.

Ci sono infatti aziende che includono nel preventivo anche la parte burocratica, un dettaglio importante che ti esonera da ogni incombenza.


Servizi compresi in un preventivo per trasloco

Una ditta affidabile provvede a svolgere tutte le fasi del trasloco per non mettere il cliente in difficoltà. In genere una ditta specializzata offre i seguenti servizi:

  • Personale competente e regolarmente assunto
  • Mezzi dotati di sospensioni adatti al trasporto di materiali delicati
  • Assistenza costante anche se il trasloco è all’estero
  • Imballaggi adeguati
  • Deposito merci
  • Autorizzazioni e permessi sia per l’Italia sia per l’estero

Ma bisogna specificare che una ditta di traslochi per essere altamente affidabile deve essere in possesso dell’iscrizione all’albo degli autotrasportatori, deve avere la partita Iva e deve avere la registrazione presso la Camera di Commercio.

Inoltre, nel contratto bisogna sempre controllare tutto quanto viene scritto e contrassegnato per verificare se tutte le voci corrispondono a quanto pattuito.

Come abbattere i costi del trasloco

Per risparmiare i costi del trasloco la cosa fondamentale è fare trasportare quello che realmente serve nella nuova destinazione. Se ci sono quindi cose vecchie e inservibili, indumenti, oggetti, scarpe e altro buttateli o regalateli.

Il trasloco è un’occasione per fare una bella selezione di tutto ciò che hai in casa e così il volume dei beni da trasferire si ridurrà sensibilmente. Meno sono le cose che dovrai trasportare, minore è il tempo da dedicare al trasloco.

Inoltre, per risparmiare puoi scegliere il periodo in cui la ditta di traslochi propone prezzi in promozione, cosa che ditta professionale in genere fa. I costi di solito sono inferiori in inverno e più alti durante la stagione estiva.

Quindi, se non hai premura di traslocare puoi scegliere il periodo in cui i costi sono inferiori e il preventivo sarà ancora più leggero. Infine, alcune aziende forniscono anche contenitori in plastica riutilizzabili gratuitamente per trasportare la merce, il che vuol dire un bel risparmio sul materiale da imballaggio. Con tutti questi accorgimenti il prezzo del trasloco scenderà in maniera significativa!

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



coronavirus-1200x681.jpg

Home » Consigli


Il Coronavirus ha cambiato notevolmente le nostre abitudini, ma alcuni tipi di bisogni sono rimasti in essere ed è necessario cercare di capire come arrivare ad un loro compimento.

Questo accade per numerose necessità, dall’acquisto di beni essenziali, alla possibilità di fare una visita medica, fino al trasloco.

Si potrebbe pensare che un trasloco sia rinviabile e che non possa rientrare in quelle che sono le impellenti esigenze di necessità che sono comprese nell’ultimo DPCM del Governo dedicato alla così detta Fase 2.

Eppure esistono situazioni nelle quali il trasloco potrebbe non essere rinviabile, e una famiglia potrebbe trovarsi davvero in serie difficoltà.

Ci si può chiedere, in questi casi, se sia possibile effettuare un trasloco nella Fase 2, oppure se sia necessario attendere che anche il periodo di “rientro” passi.

Fase 2 Coronavirus e traslochi, le risposte

In particolare, il quesito relativo al comportamento da tenere per la Fase 2 Coronavirus in merito ai traslochi, è stato posto alla Regione Campania, uno dei territori nei quali è stato necessario prevedere limitazioni importanti per consentire un contenimento effettivo dei contagi.

Gli uffici della Regione Campania hanno dato una risposta esauriente in merito alla questione dei traslochi, che si può ritenere comunque applicabile anche ad altri ambiti territoriali.

A livello generale, si precisa come sia possibile effettuare un trasloco nel caso in cui questo sia indifferibile, quindi non possa essere rinviato in alcun modo.

Per poter definire come indifferibile un trasloco sarà necessario prendere in considerazione quelle che sono le motivazioni che si trovano alla base del trasferimento.

La prima regione che può giustificare il trasloco sarà quella della comprovata necessità di lasciare l’appartamento per finita locazione.

Se, quindi, il contratto si trovi in scadenza, sarà possibile utilizzare questa ragione come giustificazione per eseguire il trasloco anche in questo periodo.

Un’altra ragione si ritrova nelle comprovate ragioni lavorative. Si può immaginare il caso di una persona che debba iniziare a lavorare in un’altra città  o in un’altra Regione.

Non si può obbligare questa persona a non lavorare per i limiti geografici imposti, ed è per questo che si prevede la possibilità di effettuare, anche in questi casi, il trasloco.


Fase 2 e traslochi, come poterli effettuare

Oltre a quelle che sono le giustificazioni che consentono di effettuare un trasloco nella Fase 2 del Coronavirus, bisognerà anche rispettare ulteriori disposizioni per realizzare il trasloco stesso.

In primo luogo, sarà necessario affidare il trasloco ad una ditta iscritta all’albo dei trasportatori. Questa dovrà anche essere munita del codice Ateco 49.42 per poter essere considerata operativa e affidabile.

Le autorità tengono a precisare anche la necessità di continuare ad utilizzare, anche durante il trasloco, i dispositivi di protezione individuale, e quelle che son le regole per il distanziamento sociale.

Ecco che, quindi, se in alcuni casi è possibile effettuare il trasloco durante la Fase 2 del Coronavirus, è anche vero che questo procedimento dovrà essere in grado di garantire la sicurezza, sia dei traslocatori, sia per coloro che usufruiscano del loro servizio.

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



trasloco-aziendale.jpg

Home » Consigli


Organizzare un trasloco aziendale, che spesso si tratta del trasferimento di uffici o di un’intera azienda, è completamente diverso dal gestire un trasloco di abitazione

Quando conviene effettuare il trasloco aziendale?

Fondamentale sono i tempi in cui effettuare il trasloco aziendale, in linea di massima è conveniente effettuarli nel fine settimana in modo tale che per l’inizio della settimana successiva, sia tutto operativo.

Ovviamente se parliamo di traslochi di una intera azienda che produce, i tempi saranno più lunghi e quindi il tutto va gestito e coordinato con i manager aziendali.

Coinvolgere i dipendenti nei vari passaggi del trasloco

Fondamentale è coinvolgere i dipendenti dell’azienda, se si tratta di trasferire una media o grande realtà imprenditoriale.

Essendo loro l’anima della produzione, sanno bene come muoversi in libertà e scrupolosità nello smontare, imballare e listare attrezzature, materiale in magazzino e non. Tutto ciò per farsì che si ritorni operativi il prima possibile. Da parte della ditta di traslochi o trasporti sarà cura gestire al meglio la logistica.

In che periodo conviene traslocare con l’azienda?

Se non si hà una certa urgenza nel trasferire la propria attività, è consigliabile sfruttare sempre i periodi meno impegnativi per l’azienda, lavorativamente parlando, nel senso che esistono dei periodi dell’anno in cui alcune attività lavorano o producono meno, chi in estate, che in inverno. O addirittura si può sfruttare al meglio il periodo delle ferie, in cui l’azienda è completamente ferma nella produzione.


Quali sono i servizi aggiuntivi per il trasloco aziendale?

Essere pronti per il giorno del trasloco, premunirsi di tutto quello che potrebbe servire per effettuare un buon trasloco aziendale. Essere forniti sia di scale montacarichi per scendere eventuali suppellettili che si trovano ai piani superiori, sia di pedane dove poi imballare, celofanare tutti gli scatoli e materiale da produzione.

Ma soprattutto farsì che quando si sceglie una ditta di traslochi, che sia efficiente anche con i suoi depositi, perché può capitare che non si hà lo spazio necessario per sistemare il tutto.

Un altro servizio importante da chiedere, è quello dello smaltimento dei rifiuti, questo perché nell’effettuare un trasloco aziendale, è la volta buona di fare una cernita di tutte quelle cose che si sono conservate per anni.

Conclusioni

In base alla Nostra esperienza, abbiamo dato delle linee guida che possono aiutarti per rendere il trasloco aziendale quanto meno stressante è possibile.

Seguile e non rimarrai deluso, ma ricordati di affidarti ad una ditta di traslochi specializzata e professionale e che possa darti tutte le garanzie e servizi di cui necessiti.

Contattaci per avere maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito.

Buon Lavoro!!!!

Evita il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



come-imballare-i-mobili-1200x800.jpg

Home » Consigli


Il trasloco è un momento stressante nella vita di tutti Noi, richiede grandi risorse di energie. Si tratta però anche di un momento bello per tutta la famiglia, perché rende tutti i membri partecipi.

La prima cosa da pensare, è a come far arrivare i mobili nella nuova casa senza danni di alcun tipo. A questo proposito, un buon imballaggio torna davvero utile. Ogni oggetto ha bisogno del giusto imballaggio per giungere perfettamente integro a destinazione.

In questa guida, vedremo nello specifico come riuscire ad imballare al meglio i mobili della nostra casa per effettuare un trasloco.

Materiale da procurarci

  • Carta imballaggi
  • Rotolo di Pluriball
  • Serie di Giraviti
  • Nastro adesivo

Al momento di traslocare, dovremo dare una pulita ai nostri mobili. Togliamo polvere, grasso e sporcizia con dei detergenti appositi, assicuriamoci che non vi siano parti sporgenti, quali viti e chiodi. Questi potrebbero danneggiare sia il mobile in sè che l’imballo che andremo a realizzare.

Successivamente, dopo aver pulito i mobili procediamo nello smontiamoli. Dovremo togliere tutte quelle parti fragili che potrebbero rompersi durante il trasporto.


Per l’armadio, mobili della cucina e qualche mobile della sala da pranzo, ci basterà svitare le ante e togliere vetri e specchi. A questo punto, utilizziamo il Pluriball, ovvero quella plastica con le “palline d’aria”. Imballiamo il tutto con della carta. Per precauzione si parte dalle parti fragili del mobile, per finire con i componenti meno impegnativi.

La fase successiva prevede di occuparci dell’imballaggio di tutti quei mobili che non hanno bisogno di smontaggio. Assicuriamo i cassetti o le ante con della carta gommata, in modo da prevenirne l’apertura. Inoltre, riusciremo ad evitare la rottura dell’imballaggio durante il trasloco.

Usando il Pluriball, avvolgiamolo a più riprese attorno al mobile, partendo dagli spigoli. Aggiungiamo la carta da imballaggio per creare il secondo strato e terminiamo con altra plastica Pluriball. Per finire il nostro imballaggio, fissiamo ogni foglio con abbondante nastro adesivo.

In merito alla cucina e a tutti i componenti d’arredo del bagno che presentano tubi, tubolari, fili e quant’altro, dovremo pensare a garantire una giusta protezione ad ogni componente.

Nel caso di tubi e tubolari, usiamo un buon imballaggio per evitare schiacciamenti durante il trasporto.
Facciamo poi attenzione a dove riponiamo tutte le viti o altri accessori. Cerchiamo di riporli in una scatola da collocare all’interno dei cassetti di ciascun mobile.

Alla fine potremo rimontare velocemente il tutto, senza perderci nessun pezzo. Prima di traslocare, accertiamoci che le scatole siano ben chiuse. Utilizziamo del nastro adesivo.

Se vuoi evitare il Fai da Te, rivolgiti alla Traslochi Matarazzo in Via Viola,1 – Ercolano – NAPOLI

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo! Fai una prova, CHIEDI UN PREVENTIVO



come-organizzare-casa-dopo-un-trasloco.jpg

Home » Consigli


Sembra facile,  In realtà non è così, rimettere tutto al proprio posto. Hai scatole da sistemare e non puoi perdere tempo.

Pulire la casa prima di sistemare i mobili

La regola fondamentale per avere un buon risultato dopo il tuo trasloco: assicurati di posizionare i mobili su una base pulita. Prima di arrivare con i pacchi devi avere un pavimento limpido. Però con la confusione del trasloco si sporcherà di nuovo tutto.

Infatti dopo devi pulire di nuovo. Ciò che devi sapere è che non puoi montare mobili, cucina, letti e altro ancora in una casa che non si presenta al meglio. Perché molti angoli saranno difficili da raggiungere in seguito: meglio intervenire ora. Le grandi pulizie si possono fare solo quando i mobili e le strutture più importanti della casa sono assenti.

Fai uno schema dove posizionare tutto

Una volta pulita la casa devi passare al secondo step. Devi avere uno schema per evitare improvvisazioni, per sapere subito dove andranno tutte le scatole e fare in modo che ci sia una coordinazione base tra ciò che hai sulla carta e l’attività di facchinaggio:

  • Segna sui cartoni il contenuto e dove dovranno andare una volta terminato il trasloco.
  • Informa gli addetti al trasporto di sistemare le scarole giuste nella stanza.

Quando chiudi i pacchi lascia delle scritte con queste informazioni. In questo modo le persone che portano le scatole possono lasciare i colli nel posto giusto e tu risparmi tempo prezioso.


Fai la scelta di ciò che devi buttare

In primo luogo devi sapere già cosa deve andare via, non puoi portare mobili vecchi in un appartamento nuovo per poi cambiarli. Sai qual è una delle grandi comodità di un trasloco professionale organizzato con una ditta di traslochi? Hai una serie di servizi che ti consentono di velocizzare delle operazioni che, altrimenti, sarebbero complesse da portare a termine.

Disimballa i pacchi in modo utile

Devi aprire le scatole in modo da organizzare il lavoro. Inutile spacchettare tutto nello stesso momento, fin quando il contenuto rimane nei colli non dà fastidio. Quindi lavora prima con ciò che deve contenere tutti i tuoi averi. Vale a dire i mobili per gli abiti, le librerie, la cucina, il piano cottura, i tavoli…

Che senso ha mettere gli oggetti sul pavimento? Una buona idea potrebbe essere quella di coinvolgere qualche familiare volenteroso per affrontare le fasi più complicate, anche se per le dimore con tanti mobili conviene avere dei professionisti specializzati nel montaggio dei mobili.

Pulire di nuovo tutta la casa

Le grandi pulizie di base sono state fatte e i mobili sono posizionati su un pavimento pulito. Ma la confusione del trasloco porta a una conclusione: hai bisogno di una nuova ripassata di aspirapolvere, panno per i pavimenti, detersivi e stracci per la polvere. Ora si lavora sui dettagli, in questo caso puoi chiamare un’impresa di pulizie per velocizzare, soprattutto se gli spazi sono ampi. Altrimenti bastano un paio di mani in più per ottenere un grande risultato.

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo!



la-casa-dell-usato-3.jpg

Home » Consigli


Devi traslocare e non sai cosa fare dei tuoi mobili usati?

Come spesso accade il trasloco si trasforma anche in una scelta di cosa portare e cosa no. Molto spesso quando si trasloca si trovano oggetti, vestiti e mobili in disuso. Oggetti stica inutilizzata o a essere sostituiti nella nuova casa nella quale andremo a traslocare.

È inutile trasportare tante cose che poi non useremo mai e che, molto probabilmente, non sapremo dove mettere. Prima di traslocare bisogna quindi decidere cosa vogliamo fare di questi oggetti.

La soluzione più semplice potrebbe essere quella di buttarli via. Talvolta però si tratta di oggetti che invece potrebbero tornare utili a qualcun altro, specialmente se parliamo di mobili o arredamenti usati.

Il trasloco può diventare un’opportunità per liberarsi dei propri mobili vecchi guadagnando anche qualche Euro.


DURANTE IL TRASLOCO VALUTA LE CONDIZIONI DI MOBILI USATI, ARREDAMENTI ED OGGETTI

Prima del trasloco vero e proprio è indispensabile valutare la buona condizione dei mobili durante la fase di selezione e imballaggio degli oggetti.

Se volete qualche consiglio per l’imballaggio potete consultare la nostra sezione articoli dove sono presenti suggerimenti su come imballare i vostri beni.
Quando abbiamo individuato gli oggetti o gli arredi dei quali intendiamo liberarci è consigliabile operare un’ulteriore selezione per scegliere se smaltire gli arredamenti e gli oggetti che non ci sono più utili. Lo smaltimento dei mobili può risultare problematico per un privato. E’ quindi il caso di valutare se ricorrere ai servizi offerti da un’azienda di traslochi che si può occupare per voi del corretto smaltimento dei mobili usati secondo le normative vigenti.

Per quanto riguarda mobili, arredamenti oggettistica ancora utilizzabili e in buono stato, Matarazzo Traslochi vi offre:

  • di richiedere la quotazione diretta dei vostri mobili e arredamenti usati;
  • un forte sconto sul trasloco che dovete fare, in cambio del ritiro/vendita diretta dei vs mobili vecchi.

Sei ancora convinto che i tuoi mobili usati non valgano nulla?

Grazie ai servizi di Matarazzo Traslochi che attraverso il suo negozio LA CASA DELL’USATO, il tuo arredamento usato può avere ancora un valore oppure ritrovare una nuova vita in un’altra casa o ufficio. Contattaci subito per maggiori informazioni o per un preventivo gratuito e senza impegno.

LA CASA DELL’USATO

VIA VIOLA,1 – ERCOLANO – (NAPOLI)

https://www.lacasadellusato.net

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo!



TRASLOCHI MATARAZZO

VIA VIOLA,1 – 80056
Ercolano – NAPOLI
P.iva 04871161214

CONTATTI

Telefono: 081 8817760
Cellulare 3511302843 ( Enzo )

 

CHIAMA ORA

numero traslochi napoli

CERTIFICAZIONE

CHIAMA ORA
WHATSAPP