Consigli sui traslochi - Pagina 2 di 2 - Traslochi Napoli

sgombero-casa.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


Quali sono i compiti di chi effettua lo sgombero casa?

Chi si occupa di sgombero casa, si occupa di logistica, ritiro mobili e suppellettili varie e si occupa del loro trasporto, con furgoni adatti, in luoghi precedentemente designati, che possono essere altre sedi personali, isole ecologiche, negozio dell’usato o altro. Inoltre, nello sgombero casa si può effettuare il servizio di smontaggio e montaggio mobili, previo sopralluogo dell’appartamento.

In genere, chi effettua lo sgombero casa è una persona specializzata nel settore come i traslochi casa a Napoli, dotato di molta forza, capace di smontare e rimontare i mobili, di maneggiarli con cura e destrezza.

Possiede a sua disposizione tutto il materiale utile e idoneo per l’imballaggio, che garantisce l’assoluta integrità di qualsiasi contenuto all’interno di apposite scatole o contenitori.
Porta a compimento anche gli interventi più difficili, soprattutto se gli oggetti o i mobili da imballare sono in buone condizioni e riutilizzabili.


Perchè scegliere lo sgombero casa

Sempre più persone si affidano a ditte di traslochi che effettuano lo sgombero casa, specialmente in fase di trasloco, quando si intende semplicemente rinnovare la propria casa, il proprio spazio abitativo, trasferire il proprio ufficio oppure la propria sede lavorativa.

La figura di uno che effettua lo sgombero casa si rende necessaria anche per restituire ordine ed abitabilità a spazi diventati secondari come cantine o magazzini. Scegliere uno sgombera cantine e magazzini diventa inevitabile quando tali ambienti accumulano una quantità rilevante di mobili ed oggetti vari, più o meno ingombranti e difficili da spostare senza un adeguato aiuto.

Oramai, scegliere una ditta di traslochi che effettua lo sgombero casa è la soluzione giusta, dato che assicura molti vantaggi non solo in termini strettamente organizzativi ma anche sul fronte del risparmio economico.

E’ bene ricordare che sgomberare la casa non è così semplice come si possa immaginare: non è una attività alla portata di tutti e richiede spiccate competenza ed esperienza.

In fatto di sgombero casa, cantine o magazzini affidarsi alle proprie forze non è la strada giusta da intraprendere e quindi, onde evitare spiacevoli inconvenienti, oltre a seri danni a cose e persone, è sempre meglio rivolgersi a professionisti del settore traslochi che sappiano come gestire il trasporto di tutto ciò che necessita di essere trasferito in sicurezza, fino a completa destinazione.

Inoltre, per molti sgomberare una casa può diventare rilevante fonte di stress e fatica ed in alcuni casi può anche rappresentare un’attività estremamente impegnativa, se non addirittura impossibile.

Si pensi al caso in cui sia necessario spostare pesanti mobili, disporre di determinate attrezzature, avere mezzi adeguati o di smontare gli arredi e conseguentemente impiegare tutte le opportune precauzioni di sicurezza: questi sono soltanto alcuni fattori che occorre valutare in fase di sgombero e che una persona senza comprovata esperienza non potrà gestire.

Diversamente, grazie ad un professionale servizio di sgombero casa si può, attraverso un preventivo sopralluogo, ottenere una iniziale consulenza, grazie alla quale saranno resi noti le modalità di trasporto, i tempi ed i costi necessari.

Un personale qualificato ed altamente preparato saprà come accontentare le richieste delle clientela stilando un progetto di sgombero e descrivendo tutto quello che risulta necessario fare per il caso specifico. La massima attenzione verrà prestata alla sicurezza, non solo per gli oggetti da sgomberare ma anche per le persone.

Una ditta specializzata in sgombero casa avrà cura di saper accontentare la propria clientela anche sul costo dello sgombero dato che, avendo mezzi adeguati, potrà garantire soluzioni vantaggiose sia per quanto riguarda i materiali di rivestimento e sia per mezzi di trasporto necessari per il trasloco.

Infine, uno sgombera appartamenti, cantine e magazzini avrà un occhio di riguardo alla rapidità dei tempi e svolgerà un servizio quanto più rapido possibile, senza stress per il cliente.

  • “Inoltre, affidandoti ad una ditta di traslochi, potrai dedicarti alle pratiche burocratiche previste da un trasferimento, come la disdetta o la voltura delle utenze, del gas, dell’elettricità, del telefono e internet. Per quanto riguarda internet, prima di mantenere lo stesso gestore o scegliere un nuovo, ricordati di verificare la copertura internet all’interno della nuova abitazione con Fastweb puoi usare il servizio gratuito copertura internet Fastweb .”

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo!

Ad ogni modo, se affidi queste operazioni ad una ditta di traslochi seria e professionale non avrai alcun problema e saprà come procedere.



traslocare-in-una-casa-più-piccola.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


A volte si parla di riduzione dello spazio, particolarmente quando si effettua un trasloco e ci si deve traslocare in una casa più piccola. In particolare, in questo caso si sta parlando nello specifico del trasloco in una casa più piccola cosa che, come detto, avviene molto spesso perché cambiano continuamente le esigenze e le possibilità delle persone.

Vivere in una casa grande comporta delle spese più grandi, che non sempre possono essere sostenute con facilità. Capita, quindi, di trovarsi in momenti di difficoltà che portano un nucleo famigliare o un singolo individuo a prendere la decisione di trasferirsi in una casa più piccola.

Ma non solo. Scegliere di ridimensionare gli spazi, infatti, può avvenire anche quando ci si sposta da una città all’altra. Se, ad esempio, per lavoro o studio ci si deve trasferire da Napoli a Milano, può capitare di trovare un appartamento più piccolo rispetto a quello in cui si abitava in precedenza.

Cosa accade in questi casi? Traslocare in una casa più piccola potrebbe essere un vero problema, poiché ci si ritrova con tanti mobili, suppellettili che, probabilmente, non entreranno nella nuova soluzione abitativa che si è scelta.

Ecco, quindi, che una serie di consigli per traslocare in una casa più piccola possono essere utili a chi si trova in questa condizione. Si deve sempre ricordare che organizzare al meglio le operazioni di trasloco è indispensabile. Pertanto, si deve scegliere un servizio di traslochi low cost che sia, al tempo stesso, tanto economico quanto affidabile.


Idee per traslocare in una casa più piccola

Nello specifico la riduzione delle dimensioni: Immaginiamo, quindi, di dover effettuare un trasloco e di avere tanti, tantissimi scatoloni e una casa molto più piccola della precedente. Prima di farsi prendere dal panico è utile respirare e andare a capire alcuni punti fondamentali.

Il primo, importantissimo consiglio che si deve dare è quello di andare a ponderare la scelta.  Come detto in precedenza, l’essere low cost non deve essere l’unico parametro per effettuare una scelta giusta. Si devono tenere in conto diversi aspetti, tutti molto importanti.

Volendo fare qualche esempio, prendiamo in considerazione una grande città italiana. Chi è impegnato nella  ricerca di una ditta traslochi economica a Napoli (qui ne suggeriamo una delle più economiche) deve prestare attenzione anche al fatto che sia anche affidabile. Dopo aver appurato convenienza e affidabilità, si deve cercare di capire se è quella che fa al caso proprio. In che modo? Valutando servizi offerti, tempistiche, mezzi e strumenti utilizzati per il trasloco e molto altro ancora.

Non si può pensare di effettuare una scelta affrettata, specialmente quando si tratta di un trasloco in una casa di dimensioni più piccole. Questo, però, non è il solo consiglio da tenere a mente. Si deve, infatti, anche ricordare che in una casa piccola non c’è più spazio per il superfluo.

Il consiglio, quindi, è quello di valutare bene cosa portare con sé, cosa lasciare fuori. Inevitabilmente non tutto potrà entrare nella nuova abitazione e questa è una cosa da tenere presente.

Inoltre, si potrebbero avere anche dei problemi di organizzazione degli spazi, dato che si è abituati a case di ben altre dimensioni. In questo caso specifico ci si può fare aiutare da esperti del settore o si possono sperimentare delle soluzioni fino a quando non si trova quella perfetta per le proprie esigenze.

Seguendo questi semplici consigli, anche il trasloco in un appartamento di piccole dimensioni non sarà difficile e, soprattutto, non sarà traumatico. Per questo motivo è bene tenerli sempre a mente e ricordarsene all’occorrenza, in modo da effettuare un trasloco senza stress e, soprattutto, senza problemi.

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo!

Ad ogni modo, se affidi queste operazioni ad una ditta di traslochi seria e professionale non avrai alcun problema e saprà come procedere.



trasloco-sud-nord-italia.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


I traslochi dal Sud al Nord Italia possono essere eseguiti via mare, via terra o in alternativa per via aerea. Fra le varie soluzioni proposte vi sono differenze di prezzo, ma la soluzione più economica si rivela sempre quella su ruote, tuttavia per svolgere le operazioni senza intoppi è consigliabile affidarsi ad un’azienda specializzata, che possa eseguire tutte le fasi con la massima organizzazione e puntualità possibile.

Costi approssimativi di un trasloco Nazionale

Per avere un’idea sui costi di un trasloco dal sud al nord Italia da effettuare su ruote bisogna tenere conto principalmente della distanza da percorrere. Partendo quindi dal costo a chilometro si può avere un stima del totale calcolando i chilometri da percorrere.

Il costo varia da 0,50 a 1,50 € al km a seconda delle zone e delle tratte da percorrere. A questo vanno aggiunti i costi delle assicurazioni sul trasloco, che non sono obbligatorie ma che nei traslochi nazionali si rivelano particolarmente utili.

Altri costi da aggiungere sono anche quelli riguardanti la burocrazia come ad esempio il canone per l’occupazione del suolo pubblico se si tratta di mezzi tipo autocarri o con mezzi sollevatori, e il costo dei permessi di accesso alla ZTL nel caso la merce di carico e scarico rientri in questa zona.

trasloco sud nord italia

Ulteriori servizi per un trasloco dal Sud al Nord Italia

Le agenzie specializzate in traslochi nazionali offrono anche una serie di servizi aggiuntivi da abbinare al trasloco per renderlo più veloce e sicuro. Ad esempio, è possibile includere imballaggio, che ha un costo approssimativo di 300 € su un trasloco di media portata.

Inoltre, dispongono anche del servizio di deposito mobili per custodire arredi e oggetti da utilizzare successivamente. Il cliente può tenerli nei loro magazzini per tutto il tempo che desidera e decidere con calma cosa ne deve fare.

Un altro servizio molto utile e di cui dispongono le aziende di trasloco professioniste è anche l’adattamento mobilio, utilissimo per chi si trasferisce in un’altra abitazione ma non ha goli stessi spazi e al contempo non vuole affrontare la spesa di nuovi arredi.

Le aziende esperte dispongono anche di mezzi elevatori per eseguire traslochi ai piani alti e di furgoni per il trasloco con ammortizzatori per proteggere i beni dagli urti.

Come risparmiare sui costi del trasloco dal sud al nord Italia

I costi di un trasloco dal Sud al Nord Italia variano dunque in base ai chilometri da percorrere, alla quantità di beni da trasportare, al tipo di prodotti da far giungere a destinazione come motocicli, quadri preziosi, opere d’arte e altro, assicurazione e altri servizi che il cliente richiede.

Per avere un’idea precisa del costo di un trasloco nazionale fai un resoconto di quello che devi trasportare e contattaci per avere un preventivo davvero conveniente. Troveremo la soluzione migliore per farti risparmiare e far giungere i tuoi beni nella nuova destinazione senza rischi e senza danni.

I nostri esperti professionisti sono a tua disposizione per garantirti un ottimo servizio al miglior prezzo!

Ad ogni modo, se affidi queste operazioni ad una ditta di traslochi seria e professionale non avrai alcun problema e saprà come procedere.



traslocare-gli-elettrodomestici-1200x634.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


Traslocare gli elettrodomestici in genere è un’operazione abbastanza complessa e che va fatta con molta attenzione, soprattutto se hai deciso di fare un trasloco fai da te. Tuttavia, affinché tutto si svolga al meglio ecco alcuni consigli utili da seguire.

Cosa occorre per traslocare un elettrodomestico

Per traslocare facilmente un elettrodomestico ecco le attrezzature necessarie:

Carrello due ruote a pala pieghevole – si tratta di un oggetto fondamentale per spostare elettrodomestici e quello munito di pala è molto resistente e consente di procedere agevolmente alla movimentazione. Puoi trovarlo in qualsiasi negozio di fai da te oppure puoi prenderlo in affitto dalla ditta di traslochi.

Set di cinghie – è indispensabile per fissare gli elettrodomestici grandi e ottenere una giusta leva per spostare i carichi pesanti durante il trasloco. Le cinghie si trovano facilmente nelle ferramenta e nei negozi fai da te.

Sliders o feltrini per spostare oggetti pesanti – consentono di spostare facilmente elettrodomestici e mobili pesanti poiché li fanno scivolare sul pavimento ed evitano di sollevarli.

Usa il Nostro servizio di Trasporto Elettrodomestici con il PianoPlan, vedi le Promozioni a Te riservate, CLICCA QUI


Consigli per trasportare gli elettrodomestici

Durante le fasi di trasloco degli elettrodomestici ovviamente bisogna evitare di danneggiare sia il pavimento che l’oggetto stesso. Dopo aver stabilito quali elettrodomestici traslocare procurati dei cartoni e del nastro adesivo ed ecco come proseguire:

Come trasportare una lavatrice o un’asciugatrice

  • Svuotare la lavatrice facendo una centrifuga a vuoto
  • Bloccare il cestello
  • Mettere davanti una bacinella prima di scollegare la lavatrice
  • Dopo averla svuotata bloccare i tubi di scarico e carico con del nastro adesivo
  • Scollegare l’elettrodomestico dalla rete e staccare la spina
  • Fissare con del nastro adesivo i fili elettrici.
  • Coprire la lavatrice o l’asciugatrice con dei panni e fissarla bene in modo da proteggere sia l’apparecchio che il pavimento

Come trasportare un frigorifero

  • Scollegare il frigorifero dalla rete elettrica non meno di 24 ore prima del giorno del trasloco
  • Svuotare e scongelare il frigorifero
  • Estrarre tutte le parti rimovibili del frigo e conservarle a parte
  • Pulire il frigorifero con cura e lasciare asciugare bene
  • Chiudere le porte del frigorifero con il nastro adesivo
  • Avvolgere il cavo di alimentazione e il nastro dietro l’apparecchio
  • Avvolgere il frigorifero con un panno e fissarlo con le cinghie per spostarlo
  • Caricare l’elettrodomestico sul carrello mobile e fissarlo bene
  • Trasportare il frigo in verticale

Dopo il trasporto è consigliabile attendere almeno 3 ore prima di ricollegare il frigo nella nuova destinazione. Se invece l’elettrodomestico non deve essere utilizzato per diverso tempo inutilizzato lascia socchiuse le porte per evitare che si formi la muffa.

Come trasportare un televisore o un computer

Per trasportare un televisore o un computer la migliore soluzione è quella di procurarsi scatole delle dimensioni adeguate e collocarli dentro. Ecco come proseguire:

  • Mettere un cartone sul vetro e bloccare con del nastro adesivo
  • Scollegare tutti i cavi
  • Attaccare il telecomando sulla tv con del nastro adesivo
  • Avvolgere il televisore in una coperta

Ad ogni modo, se affidi queste operazioni ad una ditta di traslochi seria e professionale non avrai alcun problema e saprà come procedere per far giungere gli elettrodomestici integri nella nuova destinazione.

Usa il Nostro servizio di Trasporto Elettrodomestici con il PianoPlan, vedi le Promozioni a Te riservate, CLICCA QUI



slide3.jpeg

Home » Consigli » Pagina 2


Non è importante dove tu voglia andare a vivere, in ogni caso un trasloco è impegnativo sia fisicamente che economicamente, ed in modo particolare a livello psicologico.

Questo perchè i giorni in cui si effettua un trasloco sono sempre pieni di problemi che bisogna risolvere ed inconvenienti che insorgono, tutto ciò amplificato e aumentato dalla difficoltà di far coincidere la quotidianità a tutto quello che concerne un trasloco, breve o lungo che sia.

Ciò che si può provare a fare però è stilare una lista dei 5 consigli per effettuare un trasloco a Napoli in modo rapido ed efficiente.

  • Il Primo consiglio per un trasferimento a Napoli

Il primo consiglio che mi sento di dare a chi sta affrontando un trasloco è quello di chiedere in primis un consulto o comunque un parere a degli esperti, perchè per quanto si crede di riuscire a gestire tutte, l’opinione di un esperto potrebbe aprirci ad altre visione che sa soli è difficile capire.

 

  • Il Secondo consiglio per traslocare a Napoli

Il secondo consiglio che vi do se state affrontare un trasloco è quello di organizzare il tutto, in modo tale da non dimenticare nulla, ed evitare di incorrere in problemi inaspettati.

Quindi vi consiglio di stilare una lista di tutte le cose da fare prima di iniziare il trasloco, di quello da imballare e come, una lista delle cose da comprare e soprattutto anche una lista nella quale dividerete il lavoro nei vari giorni necessari a far in modo che tutto sia completato.

impresa di traslochi a napoli

  • Il Terzo consiglio per un trasloco a Napoli

Il terzo consiglio consiste nella catalogazione degli oggetti, le case sono sempre piene zeppe di mille cose, alcune delle quali a volte neanche ci si ricorda di possedere.

Quindi il mio consiglio consiste nel cogliere l’occasione al balzo e sbarazzarsi di tutto quello che abbiamo di superfluo o che non  utilizziamo da anni, magari donandolo a chi ha più bisogno.

Questo snellirà notevolmente la mole di lavoro oltre al fatto che eviterete di portare nella nuova casa oggetti che non utilizzerete mai e che finirebbero nel dimenticatoio.

 

  • Il Quarto consiglio per un trasloco a Napoli

Il quarto consiglio è più da applicare in generale nella vita, e non solo durante i trasferimenti; infatti approcciarsi alle cose nuove con un modo positivo è fondamentale, anche quando sembra tutto difficile e complicato.

Avere il giusto approccio, spesso è la soluzione migliore per moltissimi problemi.

  • Il Quinto consiglio per un trasloco a Napoli

Nel caso in cui tutti i consigli precedenti non siano stati sufficienti per far in modo da rendere il vostro trasloco veloce e semplice non vi resterà che seguire il quinto consiglio, ovvero rivolgersi ad una ditta di traslochi.

Questo vi permetterà di delegare ogni pensiero e problema a degli esperti competenti che li risolveranno al posto vostro.

Così riuscirete a godere di questa nuova esperienza nei migliori dei modi, senza preoccupazioni che potrebbero rendere poco piacevole questa vicenda.



traslochi-a-napoli.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


Si calcola che nel corso della vita ognuno di noi effettui in media cinque traslochi. Un evento quindi abbastanza ricorrente, ma che nell’immaginario collettivo assume sembianze che possono andare ben oltre il semplice fatto in sé.

Per alcuni, ad esempio, il trasferimento può trasformarsi in un piccolo dramma, in quanto va ad interrompere abitudini ormai consolidate. Per altri, invece, può essere una sorta di avventura, poiché apre la strada ad una nuova vita, una sorta di nuovo inizio da vivere all’insegna della speranza.

In un caso o nell’altro, comunque, i traslochi comportano non solo un notevole carico di stress, ma anche uno sforzo economico di non poco conto, tale da essere visto con un certo timore, soprattutto in quelle famiglie che si trovano magari in un periodo non molto brillante dal punto di vista del bilancio finanziario.

Proprio per cercare di risparmiare qualcosa, molte persone decidono perciò di trovare strade alternative, tra le quali quella che prevede l’affidamento dell’incarico alle cosiddette imprese della domenica, ovvero quelle che vengono messe in piedi senza alcuna autorizzazione e lavorano in nero.

La domanda da porsi, in questo caso è la seguente: una impresa di questo tipo può essere affidabile?

impresa di traslochi a napoli

Traslochi a Napoli: Imprese non professionali: convengono?

Se la domanda di partenza è abbastanza semplice, la risposta deve invece essere necessariamente articolata. Il dato di partenza è quello del prezzo praticato dalle imprese che lavorano in nero, il quale può essere effettivamente conveniente, situandosi spesso a poco più della metà delle tariffe praticate dalle imprese di traslochi abilitate e iscritte all’Albo che regola il settore.

I problemi sorgono però quando si passa ai servizi che vengono assicurati in cambio di prezzi così bassi. Queste imprese, infatti, non solo operano con mezzi inadeguati, ad esempio senza piattaforme elevatrici o altri macchinari in grado di movimentare con una certa facilità le merci verso l’alto ove ciò si renda necessario, ma dispongono di poco personale che non è neanche addestrato al meglio.

Ne deriva quindi la possibilità di incidenti che possono coinvolgere i mobili, i quali peraltro non sono coperti da alcuna polizza assicurativa. Anche lavorazioni particolari come quelle relative al rimontaggio della cucina vengono poi effettuate in maniera scarsamente professionale, quando il servizio è compreso nel prezzo.

Alla fine, insomma, si può scoprire che il lavoro fatto, a livello qualitativo, non raggiunge livelli soddisfacenti, obbligando anzi a cercare di riparare alcuni problemi creati dalla scarsa professionalità degli operatori coinvolti.

Molto meglio ricorrere alle imprese di traslochi regolari

A fronte delle tariffe ridotte e dei lavori eseguiti spesso in maniera lacunosa, l’alternativa è costituita dalle ditte che eseguono traslochi in maniera professionale e sono provviste delle necessarie abilitazioni ad operare.

Proprio il discorso dei permessi, peraltro, scava un primo decisivo solco tra imprese professionali e della domenica: nel caso in cui il mezzo su cui si effettui il trasporto di mobili e altri oggetti nella nuova abitazione non ne sia provvisto e venga fermato dalla polizia stradale, si può arrivare addirittura al sequestro della merce viaggiante.

Una evenienza assolutamente da evitare e che spinge alla conclusione che rivolgersi ad una impresa regolare sia sempre l’opzione preferibile.



prezzo-del-trasloco-2.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


I traslochi possono comportare molto impiego di tempo e fatica quindi spesso si è quasi costretti a chiamare una ditta che possa aiutarti in questa impresa che spesso pare titanica. Ma che parametri utilizza la ditta per il prezzo?

Chiaramente ci sono fattori che influiscono in maniera differente, più o meno importanti che caratterizzano l’aumento più o meno consistente del prezzo. Non tutte le ditte hanno gli stessi prezzi ma sicuramente tutte tengono in considerazione le cose che a breve leggerete.

Innanzitutto bisogna definire i parametri principali dell’operazione quali luogo di partenza e luogo di arrivo; in questo caso chiaramente i traslochi andranno via via salendo di prezzo rispettivamente fra traslochi nella stessa città, nazionali e internazionali.

prezzo del trasloco

I parametri di stima del prezzo

Un altro parametro di stima del prezzo è relativo al tipo di abitazione da traslocare e dal tipo di abitazione da occupare quindi: numero di stanze da svuotare e da riempire, piano dell’abitazione in un eventuale appartamento o villa con la concomitante presenza di ascensore, locazione, situazione del traffico, mole di lavoro (in generale), distanza tra le due abitazioni: se consideriamo il trasloco all’interno di una città metropolitano o in un paese dell’entroterra, cambierà notevolmente la tariffa applicata.

Le ditte offrono inoltre servizi aggiuntivi come quello di smontaggio e rimontaggio dei mobili, elettrodomestici e ambienti e inoltre anche servizi di deposito e stoccaggio degli oggetti, che sia questo temporaneo o, nel caso in cui vogliate liberarvene, definitivo, con l’opzione in cui i traslocatori se ne occupino al posto vostro: qui influirà ovviamente anche un eventuale affitto di deposito.

Le esigenze del cliente

Le aziende tengono conto anche delle tue esigenze di tempo in quanto ti permettono di scegliere giorno e orario precisi, con dei supplementi; è naturale in questo caso che un eventuale attività lavorativa svolta nel weekend o in giorni festivi subisca una sovratassa, la cui scelta va ad essere competenza della ditta incaricata. nel contesto sociale contemporaneo in cui ci troviamo, nota la crisi economica italiana, così come influisce sull’eventuale cliente il prezzo dell’immobile e dei mobili e quindi dell’eventuale arredamento (problema da eliminarsi, se non totalmente almeno parzialmente nel caso di abitazione già arredata dai precedenti abitanti o dai locatori e/o dell’agenzia in carico, influisce sul cliente anche il prezzo dell’eventuale trasloco da adoperarsi: è abitudine quindi anche informarsi, prima di un acquisto, anche dell’eventuale prezzo aggiuntivo da predisporre per il trasloco.

I fattori più importanti di un trasloco

Ogni trasloco ben riuscito va attribuito a tutta una serie di fattori che dipendono da più variabili, che si intersecano tra lo e fanno si che tutto si vada ad amalgamare in modo omogeneo. Scegliere la ditta corretta è fondamentale perchè garantisce efficienza e professionalità, bisogna sentirsi sicuri e garantiti oltre che tutelati. Il prezzo del trasloco è importante ma allo stesso tempo va ponderato e non serve sempre spendere cifre eccessivamente alte.

Quindi scegliete la vostra ditta ed iniziate il vostro trasloco a cuor leggero, con qualcuno che vi supporti e che renda il tutto un’esperienza semplice e non troppo stressante.



ditta-di-traslochi-professionale.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


Come già tutti sappiamo i traslochi portano via fatica e soprattutto moltissimo tempo, impacchettare, imballare, trasportare; insomma attività lunghe ed anche parecchio noiose.

Tutte cose che si vorrebbero delegare a terzi con immenso piacere, perchè in fondo chi ha voglia di passare le proprie giornate chini su di uno scatolone?

Ma esiste qualcuno che si dedichi a questa attività?

Qualcuno di cui si può fidare.. La risposta è molto semplice e scontata ed è si, certo che si.

ditta di traslochi

Ma sono tutte ditte professionali e specializzate?

Qui forse la discussione comincia ad essere un po’ meno deduttiva, infatti seppure ci sono moltissime ditte che si occupano di traslochi, non tutte sono consigliabili e non di tutte ci si può fidare.

E’ importante prendere consapevolazza di questo, perchè affidare tutti i nostri oggetti a sconosciuti dei quali non sappiamo nulla forse, non è esattamente l’idea più brillante che ci potesse venire in mente.

Quindi è fondamentale scegliere una buona ditta alla quale rivolgerci, che abbia buone credenziali e della quale circoli una buona fama, anche a costi leggermenti maggiori. Scegliere una ditta economica ma poco affidabile potrebbe essere un grossissimo errore che pagherete in poca professionalità e perdite di tempo inutili. Il perchè scegliere una ditta professionale a questo punto mi sembra veramente chiaro, perchè ti garantisce un lavoro veloce e soprattutto eseguito in modo ineccepibile, senza truffe e raggiri.

Scegliere in questo caso è fondamentale, non lasciatevi convincere da sconti o offerte irripetibili, un lavoro fatto bene è un lavoro ben pagato.

Con i tempi che corrono ci si dimentica di quanto alcune attività possano risultare impegnative e dispendiose, anche chi non ha mai affrontato un trasloco può immaginare quanto esso sia pesante e lungo, si passa da momenti di euforia e determinazione ad altri momenti, altrettanto forti di stanchezza e poca voglia di fare.

Valutare la ditta è importante tanto quanto scegliere una buona casa dove trasferirsi, bisogna sempre prendere più opportunità in considerazione e scegliere quella più affine alle vostre esigenze.

Una ditta seria e come si deve ha dei requisiti fondamentali che non vengono mai meno, come ad esempio la qualità degli imballaggi (sicuri e resistenti), dimensione dei mezzi e disponibilità dei servizi; mezzi grandi equivalgono a maggiore autonomia e maggiore celerità al col tempo se il personale non si dimostra abbastanza disponibili risulterà comunque molto complicato portare a termine il trasloco.

Quindi ricordatevi che per un trasloco ben riuscito dovete rivolgervi a ditte professionali e molto esperte, che sappiano come gestire i vostri oggetti ed i tempo a loro disposizione. Disponibilità e professionalità sono per parole chiave per scegliere la ditta che vi aiuterà in questa piccola missione.

Un trasloco non è uno scherzo e non va affinato a mani inesperte che potrebbero danneggiare i vostri oggetti e farvi perdere una quantità numerosissima di tempo. Un trasloco deve essere un cambiamento positivo nella vostra vita, quel momento di transizione che andrà a concretizzarsi con la casa dei vostri sogni.



traslocare-2-1.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


Traslocare all’estero può sembrare un’esperienza assai difficile da affrontare.

Seguite i nostri consigli per riuscirci senza grossi sforzi.

Il nostro suggerimento è quello di ridurre quanto più possibile gli oggetti da traslocare.
Questa è l’occasione migliore per fare una cernita dei nostri oggetti e decidere quali veramente ci servono e quali conserviamo ormai da anni, senza usarli più.

Pensate a tutti quei libri che non leggete più da tempo, a quei vestiti che non vanno più bene.

Il valore sentimentale dei vostri beni potrebbe essere un peso anche economico, quindi disfiamoci del vecchiume e riduciamo allo stretto essenziale ciò che porteremo con noi.

Va considerato il fatto che durante il vostro primo periodo all’estero potreste essere costretti a spostarvi di frequente, e quindi sarà una nuova valigia, un nuovo trasloco e così via. Rendiamoci la vita facile già dall’inizio.

Se si viaggia per lavoro, uno dei motivi più frequenti per gli spostamenti all’estero, dovremo prestare particolare attenzione e dedicare più spazio al nostro abbigliamento professionale.
Possiamo approfittare di uno dei primi momenti liberi, magari nel weekend, per acquistare i vestiti “casual” che magari non abbiamo portato, per far spazio a qualcosa di più importante.

traslocare

Un nostro suggerimento: studiate la nazione dove vi state per trasferire. Un abbigliamento troppo formale potrebbe risultare controproducente.

Man mano che ci si allontana dall’Italia, i vestiti tipici del luogo cambieranno, ed è abbastanza inutile fissarsi col proprio stile se ci si vuole ambientare in un luogo.

Considerate, tra i vari limiti logistici, il fatto di non poter portare con voi troppi oggetti personali. È spesso un dramma, ma ci vuole spirito di adattamento.

Certo, è possibile acquistare tutto in loco, ma i prezzi aumentano, e spesso tocca anche far fronte al fatto che spostandosi per lavoro, all’estero, il primo stipendio potrebbe non arrivare subito.

Inutile tentare di portare portare da casa piccoli elettrodomestici che troveremmo comunque dove ci stiamo recando: ferro da stiro, phon, ed altri oggetti simili sono un peso che va assolutamente lasciato alle spalle.

Prima di traslocare all’estero è importante informarsi con la propria banca o il proprio istituto di credito per eventuali spese aggiuntive sull’utilizzo del vostro conto corrente all’estero. Potrebbero applicarsi spese aggiuntive che renderebbero molto costoso usare il vostro conto corrente italiano. Per questo valutate anche l’apertura di un conto corrente nel paese dove vi trovate.

Per quanto riguarda i mezzi legati al vostro trasloco, le scelte sono molteplici.

Tutto ciò che è stato detto finora vale per spostamenti fai da te, se si viaggia in aereo, treno o in auto, dove gli spazi sono ristretti e la quantità di oggetti da portare va ridotta più possibile.

Ci sono agenzie di trasloco che effettuano traslochi all’estero. Questa è una scelta che andrebbe valutata solo se abbiamo la necessità di spostare mobili o se non possiamo occuparci in prima persone dello spostamento dei nostri beni.

Per quantità veramente elevate di oggetti, e per gli spostamenti in luoghi relativamente vicini al mare, si può valutare l’idea di affidarsi ad un container in affitto.

I prezzi sono elevati ed i tempi si allungano, ma potrebbe essere l’unica soluzione, nel caso si stia spostando praticamente tutto il contenuto di un appartamento.



traslochi-casa-1.jpg

Home » Consigli » Pagina 2


Oh no! Dovete lasciare il vostro appartamento prima possibile e traslocare altrove, ma avete veramente poco tempo!

Ecco una guida su come effettuare un trasloco lampo.

Non fare domani quello che dovevi fare… ieri.

Per traslocare al volo è opportuno iniziare prima possibile. Il giorno ideale era ieri, ma ahimè è già passato. Iniziamo oggi.

La fretta è un elemento negativo che ci farà soltanto perdere tempo, sembra un controsenso ma è così. Occorre organizzarsi al meglio, soprattutto in questi casi.

Organizzazione

Classica fase del trasloco è quella di suddividere per stanza i nostri oggetti e creare degli inventari di ogni stanza. Non badiamo alle tipologie di oggetto, occorre troppo tempo per classificarli e suddividerli tra loro. Negli scatoloni, ovviamente, non andrete a scrivere il contenuto preciso, ma una descrizione sommaria e il nome della stanza.

Gli scatoloni, una volta chiusi, non vanno riaperti.

Tenete l’essenziale per ultimo. Aprire uno scatolone comporterà solo una perdita di tempo, e la possibilità di dimenticare qualcosa durante il trasloco.

Per l’essenziale potete acquistare uno di quei contenitori trasparenti in plastica dove andrete a mettere tutto l’essenziale per il dopo trasloco: lenzuola, pigiama, dei vestiti di ricambio e poco altro.

Gli strumenti di pulizia vanno traslocati per ultimi e scartati per primi: dovrete sicuramente lasciare in ottime condizioni il vecchio appartamento, qualora non vi siate affidati ad una ditta di pulizie. Ed ovviamente il nuovo appartamento potrebbe non essere così pulito come immaginate.

Nel nuovo appartamento i primi due ambienti da rendere abitabili sono indubbiamente la cucina e il bagno: il primo è importantissimo per permettervi di mangiare qualcosa, senza costringervi ad aumentare le spese di questo trasloco per mangiare fuori. La seconda perché dopo un lungo trasloco una doccia è più che dovuta.

trasloco

Traslocare gli armadi

Per traslocare i vestiti un buon modo è quelli di imballarli direttamente con le grucce, legandoli tra loro. Dotatevi di un grande sacco trasparente per abiti ed inserite all’interno tutti i vestiti, ancora con le grucce. Fissate il tutto e riponeteli così come sono. Si sgualciranno meno del previsto, e spacchettarli una volta riappesi negli armadi sarà molto più facile.

Imbustare i vestiti ad uno ad uno è veramente un processo lungo, ed andrebbe fatto solo per vestiti di particolare importanza, come completi da lavoro o vestiti eleganti.

Disfarsi delle cose inutili

Uno dei passaggi fondamentali del trasloco lampo, ahinoi, è quello del disfarsi del vecchiume e delle cose inutili.

Sebbene siate sicuramente affezionati ai vostri libri comprati decine di anni fa, che sicuramente non leggete più, sarebbe una buona idea disfarsene.

Buttare via o regalare oggetti o mobili che sicuramente non utilizzerete più è un passo che renderà assai più veloce il trasloco. È una cosa che va fatta prima possibile, prima dell’imballaggio degli altri oggetti.

Figli e animali al seguito, cosa fare?

Uno dei più grandi ostacoli nei traslochi lampo è la presenza di figli o animali domestici in casa.

Tra i primi in preda all’eccitazione per l’evento, e gli animali che sicuramente andranno ad annusare e rovistare gli scatoloni per la curiosità, avremo un grosso grattacapo.

La soluzione migliore è affidarli a dei babysitter o dog/cat sitter per gli animali.

A molti sembrerà brutto e maleducato, ma se il fattore tempo è essenziale, questo è il rimedio.



TRASLOCHI MATARAZZO

VIA VIOLA,1 – 80056
Ercolano – NAPOLI
P.iva 04871161214

CONTATTI

Telefono: 081 8817760
Cellulare 3511302843 ( Enzo )

 

CHIAMA ORA

numero traslochi napoli

CERTIFICAZIONE

CHIAMA ORA
WHATSAPP